NEVE A CAPODANNO? VORTICE POLARE PERSISTENTE

  • di

Il vortice polare fa sentire la sua presenza almeno fino a mercoledì.

Le eccezionali nevicate di queste ore sono causate da una perturbazione di origine atlantica, aria fredda discende dal nord Europa e ad essere scoperte sono maggiormente le regioni del nord, le Alpi e le aree tirreniche.

Neve anche in appennino intorno ai 1200 metri da martedì mentre mercoledì inizia a schiarire in molte zone d’Italia.

Il vortice polare si mantiene attivo e può regalare un Capodanno con nuova instabilità e neve a bassa quota.

Oramai è giunto l’inverno, oltre alla presenza della neve si sono abbassate le temperature a causa delle infiltrazioni di aria gelida dal nord Europa.  Ma la neve a Capodanno potrebbe essere limitata all’arco Alpino in quanto le regioni centrali sono interessate da venti più caldi a causa dei quali la perturbazione porterà maggiormente piogge.

Le tendenze devono essere confermate dai modelli e per questo vi consigliamo di mantenervi aggiornati attraverso la nostra piattaforma.

Per informazioni e approfondimenti utilizzate il modulo contatti al link https://www.meteoski.com/contatti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *